VILLA DA PONTE – VERGERIO

Come ormai i più accaniti fan del nostro blog sapranno, entrambe abbiamo frequentato (e conseguito la laurea) l’università degli studi di Padova: l’una il DAMS (Marta) mentre l’altra Storia e tutela dei beni culturali (Ila). E’ proprio all’università che ci siamo conosciute, fra libri pesantissimi, aule stracolme e chiacchiere durante i viaggi in treno! In occasione di un ritrovo patavino con le nostre care compagne di avventure universitarie abbiamo deciso di trovarci prima e di passare a visitare la vicina Villa da Ponte.

La proprietaria Elena, e la figlia minore ci hanno accolto con grande entusiasmo; e fermarsi a  guardare con loro, da un lato i meravigliosi affreschi che decorano la villa, dall’altro il verde circostante, ci ha rasserenato la giornata.

Villa Da Ponte5
[Immagine: Facciata principale di Villa Da Ponte-Vergerio]

LA FAMIGLIA DA PONTE:
Villa da Ponte era, come il nome suggerisce, proprietà dei signori Da Ponte, che aveva vasti possedimenti nella zona già dal 1600.
Molteplici sono le notizie storiche sono sull’origine di questa famiglia: secondo alcune fonti sarebbe originaria di Corfù o della Germania, mentre secondo altre di Ferrara. Quasi sicuramente giunsero a Venezia praticando i commerci e l’attività mercantile.
Divergenti sono anche le ipotesi riguardo la data d’aggregazione dei Da Ponte al patriziato della Serenissima: alcuni ritengono che questo sia uno dei casati più antichi, presente tra la nobiltà veneziana già prima della Serrata del Maggior Consiglio (1279); altri, invece, ritengono che i Da Ponte non fossero annoverati nel Libro d’Oro del patriziato veneziano prima della fine del XV secolo. I Da Ponte basavano i loro guadagni soprattutto sui commerci con l’Oriente; ma nel 1470, con la perdita da parte dell’Impero Ottomano dell’importante porto commerciale dell’isola greca di Eubea (chiamata dai veneziani Negroponte), la famiglia si ritrovò in gravissime condizioni finanziarie.
I Da Ponte riuscirono comunque a riacquistare nuovo splendore nel corso del Cinquecento, grazie all’inaspettata elezione a doge dell’anziano Nicolò Da Ponte, che regnò dal 1578 al 1585.
Dopo la caduta della Serenissima, i Da Ponte ottennero il riconoscimento nobiliare da parte del governo austriaco; e successivamente furono innalzati alla dignità di conti.
Nicolò Da Ponte
[Immagine: 1)Palma Il Giovane, Ritratto del doge Nicolò Da Ponte, Kunsthistorisches Museum, Gemäldegalerie – Vienna 2)Stemma del doge Nicolò Da Ponte]

Ma … vi ricorda qualcos’altro il nome Da Ponte???
Pensate che l’ecclesiastico Lorenzo Da Ponte (1695-1768) vescovo di Ceneda (oggi Vittorio Veneto), il 29 giugno 1763 amministrò il battesimo ai Conegliano, famiglia ebrea convertitasi al cattolicesimo. Tra i catecumeni vi era un certo Emanuele Conegliano che, seguendo l’usanza dell’epoca, prese il nome e il cognome del proprio battezzante, Lorenzo Da Ponte appunto, divenendo successivamente un celeberrimo poeta, drammaturgo e scrittore italiano: noto in quanto librettista di Mozart e per aver scritto i testi di alcune tra le opere Mozartiane più celebri: il “Don Giovanni” (1787), “Cosi fan tutte” (1790) e “Le Nozze di Figaro” (1786).

LA VILLA:
L’edificio di Villa Da Ponte, si basa su una costruzione del XV secolo, successivamente ampliata verso la metà del 1700, allo scopo di rendere il complesso più consono alle esigenze di una casa per le vacanze estive, come del resto era norma fare nel Settecento.
Il corpo della villa è ad “U”: ad Ovest è collocata la facciata principale, sul lato Nord è situato il piccolo campanile e la chiesetta (dove sono sepolte le salme dei Da Ponte), consacrata nel 1749 a S. Giuseppe.
Le sale interne affrescate sono in tutto quattro, ma il vero gioiello del complesso è la sala da musica, le cui pitture sono attribuiti al pittore veneziano Fabio Canal (1703-1767) della scuola del Tiepolo.

Villa da Ponte2
[Immagine: La sala della musica di Villa Da Ponte-Vergerio, affreschi attribuiti a Fabio Canal]

Il merito del recupero di questo edificio di straordinario valore storico-artistico (che si trovava in uno stato di profondo degrado e abbandono) spetta agli attuali proprietari i Signori Vergerio, che hanno interamente restaurato il complesso, attorno agli anni 2000, riportando la villa allo splendore che oggi possiamo ammirare.

Villa Da Ponte, come dicevamo, non è aperta alle visite turiste (se non previo appuntamento con i proprietari); ma non per questo mancano le occasioni e i modi per fruire di tale dimora:

1) SOGGIORNARE IN VILLA: Se state pensando di trascorrere una vacanza o un breve soggiorno nei colli euganei, a davvero pochissimi Km da Padova, la villa è oggi sede di un bed & breakfast situato al piano nobile, che vi permetterà di vivere l’esperienza davvero unica di un soggiorno in villa.
Villa da Ponte1
[Immagine: Villa da Ponte-Vergerio ospita attualmente un suggestivo Bed & Breakfast collocato al piano nobile dell’edificio]

2) AFFITTARE LA VILLA: Villa Da Ponte, grazie alla sua sala da musica affrescata ed al suo curato giardino, è la cornice ideale per ricevimenti, matrimoni, banchetti, convegni, ed altri eventi; e viene a tal proposito affittata dai proprietari.
Villa Da Ponte3
[Immagine: Le sale della villa e il parco possono essere affittate per eventi di vario tipo]

3) EVENTI IN VILLA: I proprietari della villa spesso ospitano interessanti eventi, serate a tema, concerti e incontri culturali; come i “venerdì musicali”, organizzati dal comune di Cadoneghe, ospitati nella villa e giunti alla IX edizione.

A tal proposito, volevamo segnalarvi un imperdibile appuntamento (noi ci saremo sicuramente!), che si terrà Venerdì 16 e Sabato 17 maggio 2014 nelle sale e nel giardino della dimora: Villa Da Ponte – Open Night & Day.
Locandina Evento Villa Da PonteLa manifestazione è così articolata: inizia venerdì alle 18.00 con una serata interamente dedicata al tema della seduzione, per proseguire sabato tutto il giorno, con una giornata all’insegna del vincente connubio arte, salute e benessere. L’entrata è libera, così come tutte le attività che si svolgeranno dell’arco delle due giornate: talmente numerose da accontentare davvero tutti i gusti. A queste si accompagneranno le visite guidate alla villa e momenti di ristoro, come il brunch sull’erba e l’immancabile Happy Hour del sabato sera (le consumazioni sono a pagamento e richiedono la prenotazione). Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla pagina facebook dell’evento.

Insomma non resta che trascinare i fidanzati/le fidanzate, i mariti/ le mogli, figli, amici e preparare l’outfit! Visto che Marta è una fashion victim vi lascia qualche proposta by Pinterest!
Villa Da Ponte Collage2
Immagine

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana
augurando a tutti un buonissimo week-end
Firma

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Di villa in villa e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...