IL CASTELLO DEL CATAJO

Come dice il nome stesso, il castello del Catajo ( Battaglia terme, Padova) è difficilmente identificabile con la classica tipologia delle ville venete, ma non per questo non rientra nella nostra ricerca della Perfect House!

Veduta aerea Castello del Catajo
[Immagine: Veduta aerea del Castello del Catajo]

La storia di questo luogo e di questa famiglia somiglia a una rivisitazione di una favola dei fratelli Grimm con tanto di morale conclusiva: non serve avere il sangue blu per vivere felici e contenti! Sembra che siano gli stessi muri del castello a raccontarci questa particolare storia: “Narra la leggenda che il Castello del Cataio sia di un palazzo d’oriente la reminiscenza, Tutto iniziò con la volontà della famiglia Obizzi di costruire una casa di villeggiatura, ma il progetto ha perso ogni misura!” Sapete che il castello conta oltre 300 stanze? Probabilmente Palladio non avrebbe gradito una costruzione di simili misure -e con tali esuberanti caratteristiche- ma, del resto, questa villa è tutto meno che comune rispetto alle mode del tempo. La famiglia Obizzi che vi risiedeva non era certo modesta e pacata insomma: eccentrici e orgogliosi sono aggettivi che contraddicono maggiormente questa stirpe. Del resto, che c’è di male nel volersi distinguere?! A volte affermarsi fa parte del gioco! Ne è un esempio un’attività alquanto inusuale che si praticava in casa Obizzi: la Naumachia Di cosa si tratta? Di vere e proprie battaglie navali: il cortile del castello veniva riempito d’acqua e due o più barche combattevano fra loro. Vista dal terrazzo.jpg[Immagine: vista del cortile e Naumachia]

Dopo aver attraversato il vasto cortile della dimora, si giunge, attraverso una rampa di scale ricurve che permette il passaggio in sella al proprio cavallo, alla magnifica terrazza dedicata alle feste estive. Abbiamo avuto la fortuna di visitare questo spazio proprio quando tramontava il sole: uno spettacolo che consiglieremmo a chiunque. Durante il periodo estivo nel Castello del Catajo si organizzano eventi e aperitivi che trovano in questo spazio la location perfetta! La vista dei colli euganei è spettacolare e il giardino del castello, visto da questa prospettiva, si svela nelle sue dimensioni ma soprattutto nella sua bellezza. Il giardino del Castello, situato dall’altro lato della strada rispetto al portale d’accesso, è lo straordinario risultato di anni di sovrapposizioni di stili e di gusti profondamente lontani fra di loro. Il punto di partenza è l’antica impostazione tipica del XVI secolo con viali e coltivazioni di agrumi, su cui si verrà poi a innestare una ritrutturazione Settecentesca di piante esotiche, statue e zone a bosco. In questo giardino delle meraviglie gli stili si fondono in maniera non solo unica e irripetibile ma soprattutto estremamente armonica. Sarà che è facile perdersi nella bellezza della natura, ma questo parco è in grado di soddisfare davvero tutti i gusti e ricorda molto il verde dei Giardini della Biennale di Venezia. Passeggiare e scoprire ambientazioni diverse a pochi metri di distanza è come partecipare a uno spettacolo vivo. GiardinoCatajo.jpg[Immagine: varie vedute del giardino]

Ritorniamo ora al nostro percorso: una volta entrati nel castello la prima cosa che si percepisce è la ricchezza: non c’è un solo centimetro della stanza che non sia decorato o affrescato: muri, soffitti, porte e persino i caminetti! Vi è infatti una particolarità in questa residenza e cioè la presenza di camini con ante richiudibili dipinte, con lo scopo di non interrompere la continuità narrativa e visiva degli affreschi sulle pareti. Questi caminetti, oltre ad essere molto belli sono anche unici: nel mondo se ne contano solo una decina! Gli affreschi che decorano le sale interne della villa, opera del pittore veronese Gianbattista Zelotti (1526 – 1578), non sono altro che uno splendido album di famiglia, con tanto di didascalia, non si sa mai che si perda qualche informazione! Catajo 015(1)[Immagine: dettaglio di una “didascalia affrescata”]

Vista la grande quantità di cose che vogliamo raccontarvi su questo castello, abbiamo deciso di realizzare un secondo post dove parleremo degli affreschi e di qualche curiosità sulla famiglia Obizzi, decisamente molto divertente! Vi vogliamo salutare con la foto delle vostre blogger preferite posizionate davanti alla fontana che si trova proprio all’ingresso del Catajo. Questa fontana oggi non è attiva ma non è difficile immaginare l’effetto che doveva sortire nel visitatore appena arrivato: bellissimi giochi d’acqua e…un elefante! Ovviamente nel XVII la gente non aveva idea di che aspetto avesse un’elefante: per questo anche la statua non è proprio una riproduzione fedele, ma l’animale risulta molto strano e … con gli occhi “a mandorla” perché originario dell’oriente!!! Pensate che questa era una delle 5 statue rappresentanti un elefante presente in Europa all’epoca!!!

Beh dopo quello che vi abbiamo raccontato sulla famiglia Obizzi siete rimasti un pochino stupiti??
Vi auguriamo un buon week end e …mi raccomando seguiteci e continuate con noi la ricerca della casa perfetta! P3160053FIN [Immagine: Marta e Ilaria di fronte alla fontana con l’elefante!]

Castello del Catajo
Firma

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Di villa in villa e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a IL CASTELLO DEL CATAJO

  1. ilmiosguardo ha detto:

    Meravigliosa dimora, peccato solo che ieri diluviava e la pioggia ci ha risparmiato solo per una mezzora per una visita veloce al parco del castello. Ma voglio ritornare in una giornata di bel tempo.
    Grazie per le vostre preziose informazioni.

    Un sorriso e buona giornata
    ciao
    Ondina 🙂

  2. Pingback: EVENTI: AGOSTO in villa | The Perfect House Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...