La FESTA di SAN MARTINO

Bentrovati cari followers!
Oggi vogliamo parlarvi di un’altra tradizione folkloristica veneta tanto radicata nelle nostre origini quanto tutt’ora vitale e sentita: la festa di San Martino.
L’11 novembre è la data in cui si celebra il Santo, amato in tutto il Veneto, particolarmente nelle provincie di Venezia, Treviso e Belluno… ma chi era San Martino?

Martino era un soldato romano non credente ma di buon cuore. Un giorno egli vide un anziano tremante per il freddo e, in un impeto di altruismo, sguainò la spada, tagliò il suo costoso mantello di lana e ne diede la metà al povero per scaldarsi. Proprio in quell’istante il sole spuntò nel cielo caldo e brillante proprio come in una giornata estiva.
In memoria di questo episodio i giorni dell’11-12-13 novembre vengono definiti “l’estate di S. Martino”: sono solitamente soleggiati e le temperature diventano più miti (anche se quest’anno è prevista pioggia!!)

Che ne fu di Martino? Egli vide Gesù in un sogno, avvolto nel mezzo mantello che aveva donato al vecchio, e sorridendogli riconoscente gli restituì la metà di mantello che aveva condiviso. Quando Martino si risvegliò il suo mantello era integro (successivamente divenne una reliquia) e si fece subito battezzare!

simonemartini[Immagine: Simone Martini, San Martino divide il mantello con un povero, 1317 ca., Basilica Inferiore, Assisi]

La storia di questo Santo Cristiano come si lega alla tradizione Veneta?
Il periodo della festa di San Martino solitamente coincideva con lo scadere dei contratti d’affitto agricoli e quindi con l’inizio del periodo invernale.
Nel passato c’era l’usanza di lasciare libero accesso ai campi e ai frutteti ai più poveri per dargli la possibilità di raccogliere gli avanzi.
Oramai avrete capito che il buon Veneto festeggia a ogni occasione: in questo caso si imbandiva un pasto straordinario dove si brindava con il vin novo (primo vino dell’anno). Per questo motivo ci sono moltissimi “detti mangerecci” legati a questa festa novembrina!

-San Martin: va in càneva e taja la lugànega                                                                  [San Martino: va in cantina e taglia la luganiga (un tipo di salsiccia)

– a San Martin fa bala el grando e anca el picenin                                                           [a San Martino si ubriaca l’adulto e il bambino]

-L istà di San Martin dura tre dì e un tochetin                                                          [L’estate di San Martino dura tre giorni e un pezzettino]

Proprio come per la festa dei morti – di cui vi abbiamo parlato in questo post- anche a San Martino era solito veder girovagare giovani in cerca di dolci, uva e frutta secca pronunciando la seguente questua (vi riportiamo solo un pezzettino perché è molto lunga, se volete saperla tutta scriveteci!):

San Martin da la pistola,                                                           San Martino dalla pistola        tre de dentro e tre de fora!                                                         tre già dentro e tre di fuori!    Porté fora an bozolà,                                                                  Portate fuori una ciambella, porté fora an gioz de vin,                                                       portate fuori un goccio di vino, par sti pochi canterin,                                                                    per questi pochi canterini,
Viva viva San Martin!                                                                    Viva viva San Martino!

Cosa resta ai giorni nostri di questa festa?!?

Sicuramente il dolce di San Martino: un gran biscottone di pasta frolla a forma di cavallo e di Santo dal lungo mantello, interamente ricoperto di cioccolato, glassa, confetti e caramelle.
In questi giorni le pasticcerie di Venezia traboccani di colorati Martini dolci!!

Sanmartinopm[Immagine: Ecco il risultato!]

E con questo vi salutiamo e vi auguriamo un buon San Martino!
Un caro saluto

Firma

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucina in Villa, Feste e tradizioni venete e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La FESTA di SAN MARTINO

  1. Pingback: San Nicolò e Santa Lucia dei doni: il NATALE VENETO | The Perfect House Blog

  2. Pingback: IL DOLCE DI SAN MARTINO | The Perfect House Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...