PORTAR MAJO

Buongiorno a tutti cari lettori!                                                                                                      Nel post di oggi vi parleremo di un’usanza tipicamente veneta denominata “Portar Majo“! Ne avete mai sentito parlare…magari da qualche vecchia zia? Oggi il primo di Maggio è la festa dei lavoratori, ma nella società rurale questa festività ancora non era esisteva, è stata infatti introdotta dalla cosidetta società industriale nel 1891, per essere poi soppressa nel 1925 e reistituita nel 1945.                                                                                                          Nelle campagne di tutta Italia vigeva il calendimaggio o cantar maggio, la versione tipicamente veneta era invece denominata “portar majo”. Questi riti agresti avevano un forte legame con l’antichità e con i rituali legati ai ritmi della natura e ai cambi di stagione, si può infine ritrovare un collegamento con le feste primaverili romane denominate Floralia. L’inizio della bella stgione era un evento da festeggiare e per questo motivo in molti paesi si imbastivano vere e proprie incoronazioni di re e regine di fiori con canti e danze attorno agli alberi in fiore. L’usanza legata al portar majo che più ci ha colpito è quella legata ai corteggiamenti amorosi, del resto siamo due romanticone! corteggiamento2 [Immagine: la nostra visione del corteggiamento] Nel mese di maggio i giovani portavano alle giovani ragazze da marito i maggi, cioè un ramo fiorito, un cespo d’erbe, fiori di campo, oppure frutta e dolci legati a un ramo. I maggi andavano lasciati sul portone di casa delle ragazze nella notte fra l’ultimo giorno di aprile e il primo di maggio e indicavano la disponibilità del ragazzo al fidanzamento. Ogni fiore aveva un signifacto, più legato alla pronuncia che non al vero e proprio lingaggio dei fiori, di seguito ve ne riportiamo quacuno: – Rosa: te toaria sposa (ti prenderei come sposa) – Gazia: morosa mia (Acacia: fidanzata mia) – Vida: morosa fida (Vite: fidanzata fedele) I fiori però non hanno sempre un significato positivo…vi erano infatti anche messaggi negativi per le giovinette! – Ortiga: te si cativa (ortica: sei cattiva) – Sambuco: to moroso xe bauco (il tuo fidanzato è stupido) fiorimaggio [Immagine: qualche fiore del mese di maggio] E ora vi salutiamo lasciandovi una canzone a tema che ci piace tantissimo:

“Sotto i ciliegi quel dì

abbiam giurato così

d’amarci ancora di più

e non lasciarci mai più.”

un caro saluto dalle vostre blogger Firma

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Qualcosa di noi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a PORTAR MAJO

  1. lory ha detto:

    un post davvero interessante! un abbraccio lory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...